Scrivere o parlare di come funziona la nostra mente è sempre piuttosto complicato.
Eppure il tema del rapporto con noi stessi è centrale per vivere una vita piena di soddisfazioni in questo modo ed oggi vorrei portare la riflessione su qualcosa di semplice e gestibile: il modo in cui parliamo con noi stessi.
Ebbene si, ognuno di noi parla con se stesso (talvolta anche a voce alta e questo no significa necessariamente essere matti!!!), ovvero abbiamo una (o più) voce interna che, in modo diverso per ognuno di noi, commenta, racconta, suggerisce, giudica, gioisce e così via.
Questa cosa mi colpisce sempre moltissimo e  fa la differenza nel trasformare il  modo in cui elaboriamo il mondo circostante, interagiamo con gli altri, produciamo le nostre azioni…
Infatti, il  modo in cui noi parliamo con noi stessi, facciamo commenti ciò che ci accade, definiamo i pensieri, strutturiamo le ipotesi di conversazioni future, commentiamo comportamenti o azioni degli altri  e che viene definito dialogo interno, è il meccanismo più semplice di interazione con noi stessi.
La cosa bella è che è anche il meccanismo più facile da individuare e quindi più facile da cambiare.
Facciamo un esempio.
Se devo fare un colloquio con il mio capufficio o con il mio titolare e nella mia testa mi dico: “oddio, chissà cosa vorrà da me! Forse ho fatto qualcosa che non dovevo fare e nemmeno me ne sono accorto! Adesso se mi rimprovera che gli dico? Non sarà arrabbiato?!!!”
E’ facile immaginare che questo tipo di dialogo genererà emozioni tipo ansia, sconforto, paura o angoscia; questo non è sicuramente un bel pacchetto da portare con se per un colloquio importante.
Potrei fare molti esempi ma trovo molto più interessante la sperimentazione, quindi ti propongo un semplice esercizio per capire.

Esercizio 1

Prova a pensare ad una esperienza che hai vissuto recentemente e che ti ha dato emozioni positive (cerca di ricordare che esperienza era e come ti ha fatto crescere).
Prenditi una ventina di secondi per fare questo…
…….
Ora rispondi a queste domande:
-Cosa ti sei detto o detta di questa esperienza?
-Come la hai commentata?
-Cosa ti ha detto la tua voce interna?
Probabilmente, dopo che hai impiegato alcuni secondi per capire quale era il senso dell’esercizio che ti ho proposto e per scegliere l’esperienza che ti ho chiesto di attivare, la tua voce nella tua testa ha fatto commenti belli e positivi  proprio perché  ti ho chiesto di scegliere qualcosa che per te è bello.
Quella è la tua voce interna. Si, lo so, la conosci da sempre! Quando siamo bambini poi è anche più presente e squillante.
Ma in che modo questa voce ci può aiutare o ostacolare nella vita?

Esercizio 2

Proviamo:
Pensa ad una sfida. Una cosa importante che devi fare e che ha un valore per te e per il tuo futuro.
Pensaci alcuni istanti e lascia andare la tua voce interiore.
…….
Ora rispondi:
-Che cosa hai detto?
-Come hai commentato?
-Che cosa ti ha suggerito la tua voce?
Ora presta attenzione: quello che la tua voce interna dice (non quello che dici agli altri bensì quello che dici intimamente a te stess@) tenderà a diventare il tuo comportamento.
Il nostro dialogo interno condiziona e orienta i nostri comportamenti e le nostre azioni.
Se ti racconti cose belle e motivanti, sarai entusiasta e motivato. Se ti dici cose spiacevoli e negative, sarai sconfortato e demotivato.
Ricorda che non è una magia, tuttavia esiste una regola assoluta:

Non è detto che con la tua mente tu possa rendere possibile l’impossibile ma di certo puoi rendere impossibile il possibile!

Puoi limitare le tue capacità, rovinare i rapporti con gli altri, distruggere le tue aspettative , rinunciare alle tue opportunità.
Quindi portati via questa regola: se parli male agisci male.
Ora un po di allenamento mentale:  da domani, per una  settimana, hai il compito di orientare in modo positivo la tua voce interiore e di prestare attenzione ai risultati che otterrai.
Potresti rimanere sorpresa@!!!
Come? ah.. ho capito. Mi stai dicendo che non è facile e che la tua voce interna parte da sola. Giusto. Capita anche a me, ma il punto è proprio questo: se la mia voce interna mi dice “non ce la puoi fare”, io rispondo (sempre con la mia voce interna) “ce la faccio eccome! e ora te lo faccio vedere!!!”
Facile? Facilissimo!!!
Come? pensi che sia solo un trucco vero? Si, lo è ma ricorda sempre quello che dicono gli americano quando vogliono imparare qualcosa:
Fake it untill you make it!
Fai finta fin che non ci riesci per davvero.
Sembrerà banale ma funziona e spesso è in grado di cambiare ogni cosa.