Non puoi sempre ottenere ciò che vuoi

“You can’t always get what you want” così cantavano anni fa i Rolling Stones in una famosa canzone. Questo monito è stato una specie di profezia per i tempi che stiamo vivendo. Ho pensato molto prima di scrivere questo articolo ma credo che sia necessario farlo per chiarificare una volta per tutte che esiste una differenza radicale tra i sogni e la realtà.
Non puoi sempre ottenere ciò che vuoi. Questo è il mondo e la realtà che viviamo. Punto.
Potrei finire qui. Semplice e comprensibile ma difficile da accettare nel periodo nel quale stiamo vivendo.
Un periodo nel quale i libri più venduti hanno titolo tipo “se vuoi ce la fai”, “puoi ottenere ogni cosa”, “realizza i tuoi sogni in cinque mosse”, ecc…
Siamo in un epoca nella quale se si desidera qualcosa non si ha che da chiedere! La tecnologia poi ha aggiunto un ulteriore aspetto a questo. Puoi avere tutto SUBITO!
Vuoi acquistare qualcosa? Vai su Amazon e lo compri, con un click e domani lo ricevi, o tra un’ora addirittura! Vuoi vedere un film? Click! Vuoi leggere un libro, lo scarichi e lo hai disponibile subito.
Se vuoi, puoi. Subito.
Ma se non puoi? Allora puoi illuderti che sia possibile. Troverai qualcuno cha una pillola, un rimedio, una strategia, o cinque mosse!
Le nuove generazioni poi, ancora meno hanno una idea precisa di cosa significhi l’attesa o addirittura la conquista.
Non puoi sempre ottenere ciò che vuoi.
Provate a dirlo ad un bambino o ad un giovane ragazzo o ragazza. Semplicemente non è possibile prenderlo nemmeno in considerazione.
Ho sentito persone che sono certe di poter scalare una vetta di 8.000metri o correre la finale olimpica dei 100 metri solo per il fatto di volerlo fortemente! Pensate davvero che sia sufficiente desiderare fortemente una cosa? Pensate davvero che la forza del desiderio sia quello che compie la magia? No. Non lo è.
Non puoi sempre ottenere ciò che vuoi.
A meno che…

[wp_ad_camp_1]
A meno che non si capiscano 3 cose:
La prima: bisogna lottare come matti. Bisogna soffrire, rischiare, faticare, accettare l’errore, sentirsi inadeguati, provare dolore, perdere, rialzarsi, battersi, insistere, e talvolta rinunciare! A volte per arrivare fino alla realizzazione di se stessi e dei propri desideri e sogni bisogna accettare che nonostante “Non puoi sempre ottenere ciò che vuoi”, bisogna battersi pur rischiando di perdere!!!
Se non accetti il sacrificio, la fatica fisica, intellettuale, emotiva, tecnica, psicologica non puoi realizzare cose grandi. Se non accetti che devi migliorare, confrontarti con te stesso, sfidare le tue competenze e i tuoi valori, le tue capacità e la stessa percezione di te stesso, non ce la potrai fare. Se non accetti di poter perdere come opzione, se non ne hai il coraggio, non ce la potrai fare.
Se non accetti questo primo punto, scoprirai che non puoi sempre ottenere ciò che vuoi.
Ma se lo accetti hai già fatto un grande primo passo.
Poi esiste un secondo aspetto.
Non arriva tutto subito. Ci vuole tempo, bisogna insistere, è necessaria la giusta quantità di pazienza. Dote rara la pazienza nel periodo che stiamo vivendo. Siamo in un periodo in cui la ricerca della massima velocità di realizzazione dei bisogni del cliente e delle persone ci ha viziato in modo incredibile. Non abbiamo più tempo di aspettare. L’attesa non è più piacere ma è fastidio.
Questo fa sì che quando ci diamo un obiettivo o abbiamo un desiderio lo vogliamo realizzare subito, ma questo semplicemente non è possibile.
I modelli che ci vengono proposti sono quelli di persone di successo che hanno tutto subito e ognuno di noi è convinto di potere fare altrettanto.
Senza la pazienza non abbiamo la possibilità di trasformare un pensiero in competenza. Ovvero non siamo in grado di imparare a fare le cose che servono e farle abbastanza a lungo perché portino i risultati che ci attendiamo.
Questo è il motivo per il quale molte persone si impegnano per un tempo breve e poi, non vedendo i risultati, lasciano andare progetti anche molto importanti. Per sentirsi appagati professionalmente si lavora, magari qualche mese, e se non arriva la soddisfazione, la promozione si tende a cercare qualcosa di diverso o si rischia di demotivarsi. Ci vuole tempo e il tempo richiede pazienza. Anche io sono vittima del mio essere impaziente e spesso questo mi toglie forza ma come si sa la pazienza è veramente la virtù dei forti.
Come si costruisce la pazienza? Questo sarà tema di uno dei prossimi articoli. Nel frattempo é necessario mettere la capacità di attendere che gli sforzi producano i risultati attesi nella lista delle cose da fare perché non si avveri il detto che non puoi sempre ottenere ciò che vuoi.
E per finire c’è il terzo aspetto fondamentale.
Spesso e volentieri mi trovo a confrontarmi con persone che, nonostante abbiano grandi aspettative, sogni e forti desideri, orientano i loro pensieri nella direzione sbagliata.
Mi riferisco al fatto che talvolta sento persone che, con grandi competenze, passioni sfrenate e una grande determinazione e chiarezza nel voler iniziare una attività collegata alle loro capacità e alle loro passioni, si focalizzano su quello che e il problema e non sulla soluzione.
Ogni cosa che noi vogliamo realizzare presenta problemi, è costellata di ostacoli e ed esistono sempre buoni motivi per non iniziare nemmeno a lottare per ottenerla.
Per esempio ci sono persone che non iniziano attività imprenditoriali perché “hanno il mutuo da pagare”.
Insomma, moltissime persone focalizzano i loro problemi sugli ostacoli e non sull’obiettivo o sulle soluzioni.
In questo modo succede che talvolta l’unico problema che ti impedisce di realizzare ciò che vuoi sei tu.
Il funzionamento della nostra mente e semplice. Poco fa dicevo che non è sufficiente e desiderare una cosa per ottenerla ma di certo è sufficiente pensare che sia impossibile realizzarla per non muovere nemmeno il primo passo nella direzione della realizzazione stessa.

[wp_ad_camp_2]
Quindi il terzo punto è orientare i pensieri verso l’ottenimento del risultato e il risultato stesso e non sugli ostacoli che ci impediscono di realizzarlo.
Questo non significa affatto che gli ostacoli non ci siano, ma anche chi corre i 400 m ostacoli, nota l’ostacolo e lo salta ma non tiene il suo sguardo sull’ostacolo stesso. Notare le difficoltà e gli ostacoli è una buona caratteristica ma focalizzarsi solo su questi è il modo migliore per perdere tempo e perdere forza.
Anche questo aspetto è fondamentale, per riuscire a realizzare le proprie aspettative.
Quindi, per essere pratico e concreto, te li riassumo.
Se vuoi sfidare i Rolling Stones e pensare che talvolta puoi ottenere ciò che desideri ricorda che:

  1. Accetta il sacrificio e lo sforzo e mettiti a lavorare duramente pur senza la certezza di riuscirci;
  2. Sviluppa pazienza. Hai bisogno di tempo Per costruire cose concrete e per sopportare la fatica emotiva di non vedere i risultati realizzarsi subito, è necessaria la pazienza.
  3. Orienta i tuoi pensieri e la tua mente verso ciò che vuoi ottenere e non sugli ostacoli che ti separano dalla meta; osserva le difficoltà e gli ostacoli e la ripone immediatamente la tua energia e il tuo focus su ciò che vuoi ottenere.

Credo che questi tre punti insieme possano dare una gran mano, certo non sono una magia, ma di certo aiutano ad avere la giusta energia il giusto tempo e la giusta concentrazione verso ciò che è importante e, forse, per una volta è possibile ottenere ciò che vuoi.
Alla faccia dei Rolling Stones!!

Vuoi sapere come realizzare i tuoi obiettivi più facilmente? Vieni a scoprirlo sul sito WAVE coaching